Provato

Come molti se non tutti, arrivo ad oggi molto provato.

Provato dall'assenza di lavoro, dal lavoro perso, dall'incertezza.

Dai lunghi giorni passati fingendo che tutto andrà bene, dalla scoperta della nostra fragilità.

Provato dalla rabbia, rabbia che viene decuplicata dall'uso eccessivo dei social che tutti abbiamo fatto e che ci porta a leggere post che sembrano scritti da cani rabbiosi, palesi fake news che vengono date per oro colato.

Provo frustrazione e stanchezza e non solo per le mie situazioni personali ma per quello che mi circonda, vedo molto egoismo e molta superficialità in tutto.

Della politica ho già scritto, anche troppo, sicuramente più di quanto un comico dovrebbe fare ma hey, sono fatto così. Mi spiace solo notare il dileguarsi di alcuni soggetti al mio cambio di passo. Nulla di nuovo.

Provato quindi.

Quando qualcosa la fai per troppo tempo finisce per possederti e questo non va bene, allora ho deciso di alzare un po' l'asticella, prendermi un impegno, banale se volete, ma non così tanto.

L'impegno è quello di far crescere questo sito a discapito dei social che userò solo come cassa di risonanza. Tutto passerà da qui, gli scritti più lunghi saranno blog, i video saranno prima pubblicati qui, le date, le novità insomma tutto sarà prima qui.

Sicuramente sarete meno ma perdio, sarete veri. I numeri dei social non corrispondono alla realtà quelli del sito si, sono esigui ma ho sempre detto che preferisco un piccolo teatro di gente viva che un palazzetto di gente che è li per farsi i selfie e per dire "io c'ero".

E guardate, anche chi riempie i palazzetti sente il bisogno di questo, fidatevi.

Quindi alla fine forse è vero quello che si diceva all'inizio e cioè che questo stop forzato ci renderà migliori (o magari no ma dipende dai punti di vista) di sicuro ho ben chiaro quale sia il mio obiettivo ed è così per la prima volta.

Ultima cosa, in tutta questa "filosofia" probabilmente per alcuni (che non hanno perso tempo per farmelo notare) stride la sezione shop e la possibilità delle donazioni dalla sezione video.

Ecco, si chiama dignità, il diritto alla dignità di vivere del proprio lavoro e delle proprie opere di ingegno, siano un film o una T Shirt.



0 visualizzazioni