Chiuso.

CHIUSO.

Ormai mi conoscete e sapete che sono uno che gli bolle il sangue facile.

Hanno chiuso i teatri e i locali dove si fa spettacolo, i luoghi in cui si sono sempre rispettate le regole, i luoghi frequentati dalle persone migliori del paese.

Bene, io faccio il comico e non il medico e quindi non sta a me decidere.

Posso solo ricordare, ricordare le discoteche aperte, il liberi tutti (A parte noi a cui è stato chiesto di transennare le piazze, mettere le sedie distanziate, misurare la febbre a centinaia di persone, far compilare autocertificazioni, tutte cose che abbiamo fatto spesso in prima persona)

Ora forse ci si aspetterà da parte nostra tutto quello che abbiamo fatto a Marzo, le dirette, i video e tutti i cazzi che ci siamo inventati per esserci, gratis... "I nostri artisti che ci fanno tanto divertire" per 600 euro in quattro mesi.

Personalmente non lo farò, nulla gratuitamente.

Farò la mia striscia settimanale a Primocanale perché sono pagato per farlo ed è il mio lavoro, forse metterò su un paio di spettacoli online a pagamento, forse mi inventerò qualcos'altro.

Ma tutta la mole di lavoro fatta a Marzo, le chiacchierate, le vere e proprie trasmissioni fatte da casa no, quello è stato un regalo al paese che ha aiutato a passare meglio il lockdown e in qualche modo tutti noi pagliacci lo abbiamo sentito come un dovere.

Ci hanno detto una volta di più che non siamo essenziali, che non esistiamo come categoria, che siamo invisibili. Bene. Per quel che mi riguarda comparirò solo se pagato in qualche modo altrimenti non ho bisogno di luci.

Invito tutti i miei colleghi a fare lo stesso, siamo tutti professionisti anche chi lo fa come seconda attività, trattateci come tali.

37 visualizzazioni0 commenti

Informazioni e booking

Arianna Traverso 

345 8444355

arianna@zenart.it